Prot. N° 104 / 2013
Polignano a Mare, 24/10/2013

AVVISO PUBBLICO PER LA IMPLEMENTAZIONE DI UN ELENCO (SHORT LIST) DI  CANDIDATI  CUI  AFFIDARE  INCARICHI  DI COLLABORAZIONE  PROFESSIONALE  ESTERNA O A  PROGETTO  PER  LO  SVOLGIMENTO  DELLE   ATTIVITA’ VOLTE AL PERSEGUIMENTO DELLE FINALITA’ STATUTARIE DELLA FONDAZIONE E DI SUPPORTO  ALLA ATTIVAZIONE E ATTUAZIONE  DI PROGRAMMI OPERATIVI REGIONALI, NAZIONALI, COMUNITARI E DI COOPERAZIONE NAZIONALE E TRANSNAZIONALE

 

Art. 1 – Implementazione short list

La Fondazione Pino Pascali – Museo d’Arte Contemporanea, di seguito denominataFondazione Museo Pino Pascali, intende acquisire ulteriori candidature di esperti senior e junior, in possesso dei requisiti di cui al presente avviso, per la implementazione dell’elenco (short list) già acquisito, finalizzato al conferimento di incarichi di collaborazione professionale esterna, occasionale o a progetto, per lo svolgimento di attività di consulenza e di supporto al perseguimento delle finalità statutarie e alla attuazione di progetti specifici attivati e attuati dalla Fondazione Museo Pino Pascali anche attraverso la gestione di Fondi Strutturali Europei.

In particolare l’avviso risponde all’esigenza di garantire l’espletamento delle procedure di selezione nel rispetto dei principi di trasparenza, pubblicità, imparzialità e pari opportunità, tali da garantire l’efficacia, l’efficienza e la celerità delle procedure.

L’acquisizione delle candidature non prevede la predisposizione di graduatorie e l’inserimento nell’elenco degli esperti non comporta alcun diritto aprioristico ad ottenere incarichi professionali e/o di collaborazione da parte della Fondazione Museo Pino Pascali.

Con il presente avviso non è attuata alcuna procedura concorsuale, né paraconcorsuale, né è prevista alcuna graduatoria di merito a tal fine.

L’eventuale conferimento dell’incarico non determinerà la costituzione di rapporto di lavoro subordinato o pubblico impiego, bensì si configurerà come prestazione di lavoro autonomo, regolata da specifico disciplinare, ai sensi dell’art. 2222 e seguenti del Codice Civile e della normativa correlata.

La presentazione della candidatura da parte degli aspiranti ha valenza di piena accettazione di tutte le condizioni riportate nel presente avviso.

L’eventuale affidamento dell’incarico o della collaborazione avverrà in conformità a specifiche esigenze e in funzione delle competenze del candidato e della sua disponibilità ad assumere l’incarico professionale.

L’elenco acquisito manterrà la sua validità per 24 mesi dalla data della sua approvazione salvo successive implementazioni. Nel corso del suddetto periodo di validità, ciascun iscritto potrà anche presentare atti integrativi della domanda al maturare di eventuali significative esperienze professionali o al possesso di ulteriori titoli.

 

Art. 2 – Profili professionali e competenze richieste

Il presente avviso è rivolto ad entrambi i sessi, ai sensi delle leggi 903/77 e 125/91, e a persone di tutte le età e tutte le nazionalità, ai sensi dei decreti legislativi 215/03 e 216/03.

Le figure professionali richieste dal presente avviso sono di seguito così specificate:

 

PROFILO A: Executive producer – Capostruttura redazione TV – Direttore editoriale – Senior manager esperto della comunicazione audiovisiva nel settore dell’arte contemporanea.

È una figura professionale altamente specialistica che possiede una conoscenza approfondita dei sistemi comunicativi televisivi ed audiovisivi in generale e con una buona competenza nel campo dell’arte contemporanea; in qualità di content producer/multimedia producer, possiede pluriennale esperienza presso emittenti televisive italiane e/o straniere; esperienza in ambito giornalistico; esperienza come  consulente/coordinatore redazionale o direttore editoriale e capacità di attivare e gestire come capostruttura e in autonomia rapporti internazionali e rapporti extracontinentali (enti editoriali, case di produzione televisiva e cinematografica, broadcasters, giornali, riviste specializzate in arte, tv tematiche, cinema, web, ); esperienza nella produzione e promozione strategica di contenuti audiovisivi, in particolare nel settore culturale e dell’arte visiva e contemporanea; conoscenza ed utilizzo dei nuovi canali crossmediali-transmediali ai fini comunicativi.

I candidati ambosessi (L. 903/77), devono possedere i seguenti requisiti:

–      comprovata esperienza di almeno anni dieci;

–      comprovata esperienza in ambito giornalistico; 

–      esperienza di Capostruttura con spiccata attitudine all’autonomia nell’organizzazione e gestione del proprio e altrui lavoro e orientamento agli obiettivi in collaborazione con il channel manager, il direttore artistico e il finacial manager/rendicontatore; 

–      esperienza di Consulente Redazionale; 

–      database personale con contatti nazionali e internazionali; 

–      gestione rapporti con corrispondenti ed inviati ed agenzie giornalistiche televisive in Italia e all’estero; 

–      ottima conoscenza della stampa specialistica, italiana ed estera, nel settore delle arti visive.

–      buona conoscenza della lingua inglese scritta e orale e preferibilmente anche di altre lingue (francese, tedesco, spagnolo);

–      capacità di pianificazione strategica e temporale e di impostazione e gestione del WORK FLOW di un PIANO EDITORIALE TELEVISIVO attraverso  la ideazione di nuovi format per comunicare l’arte contemporanea e la produzione e/o trasmissione di contenuti audiovisivi tematici di eccellente qualità tecnica e contenutistica.

Si richiede propensione e disponibilità:

–      alla mansione di content producer/transmedia producer;

–      alla mansione di programmista regista;

–      alla mansione di sceneggiatore, soggettista, head writer, story liner, supervisore dialoghi;

–      alla programmazione, organizzazione e gestione del lavoro di una TV crew;

–      al co-working in particolare con il channel manager e con il direttore artistico, ma anche necessariamente con tutti gli stakeholders delle TV Crew del progetto ARTVISION;

–      al coordinamento generale, in qualità di capostruttura, delle redazioni estere ARTVISION e delle  relative TV crew italiane e straniere, in relazione alla programmazione esecutiva dal punto di vista redazionale ma anche tecnico/tecnologico;

–      al team building ed in particolare al coaching e all’attivazione di motivazione per il lavoro di squadra tra i professionisti coinvolti ad ampio raggio nel piano editoriale e nei progetti audiovisivi sperimentali del canale ARTVISION;

–      alla gestione rapporti con Il responsabile redazione locale, TV crew Puglia, con i tecnici, con i curatori e con le agenzie di post produzione audiovisiva;

–      ai viaggi di lavoro in Italia e all’estero.

Titolo di studio e altri prerequisiti:

Laurea di secondo livello (o vecchio ordinamento) conseguito presso Università Italiane o titolo di studio conseguito all’estero e riconosciuto equipollente in base ad accordi internazionali in Lettere, Scienze della Formazione, Conservazione dei beni culturali con indirizzo storico-artistico, Scienze dei Beni culturali; diploma di Accademia di Belle Arti vecchio ordinamento o specializzazione; Corsi, studi, stage e/o tirocini nell’ambito specifico della comunicazione audiovisiva e televisiva in particolare. Esperienza lavorativa documentabile nel campo della comunicazione giornalistica e ufficio stampa con attività locale, nazionale e internazionale, documentaristica e artistica.

Costituiscono titolo preferenziale: lavori creativi/artistici già svolti per il settore cinematografico e audiovisivo oppure nel settore giornalistico/registico/culturale nel settore dell’arte contemporanea;

Costituiscono titolo preferenziale: corsi e scuole di perfezionamento e/o Master specialistici di I e II livello coerenti con il profilo. Eventuale/i allegato/i al CV, ritenuto/i coerente/i, sarà/saranno valutato/i come ulteriore/i titolo/i preferenziale/i.

 

PROFILO B: Esperto amministrativo – contabile.

E’ una figura professionale che dovrà possedere una già consolidata esperienza nel settore amministrativo.

I candidati ambosessi (L. 903/77), devono possedere specifiche e documentate competenze in materia di:

–      nozioni di diritto amministrativo e costituzionale;

–      nozioni di contabilità pubblica e privata;

–      consolidata esperienza in contabilità generale e sue applicazioni pratiche, con particolare riferimento alle norme specifiche riguardanti le Fondazioni;

–      nozioni di responsabilità civile, amministrativa e penale dei collaboratori e dipendenti;

–      nozioni sulla legislazione nazionale in materia di documentazione amministrativa (D.P.R.445/2000 e s.m.i);

–      nozioni in materia di privacy (Legge 196/2003 e s.m.i);

–      nozioni in materia di diritti d’autore;

–      consolidata esperienza del Testo Unico delle Leggi sull’ordinamento degli Enti Locali (D.Lgs. 267/2000 e s.m.i) conparticolare riferimento:

  • alle norme inerenti l’associazionismo fra Enti Locali e soggetti privati ed il funzionamento delle forme previste
  • all’ordinamento finanziario e contabile;
  • ai Servizi Culturali, Socio-Culturali, Socio Educativi;
  • all’ordinamento pubblicistico e privatistico dei contratti;
  • alle competenze di acquisizione di beni e servizi mediante DECRETO LEGISLATIVO 12 aprile 2006, n. 163  Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE.
  • alle norme generali sull’ordinamento del lavoro, agli adempimenti di legge relativi  alle diverse forme di contrattualizzazione presso soggetti privati e amministrazioni pubbliche (D. Lgs .165/2001);
  • alle Norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi (L. 241/90 e s.m.i);
  • al quadro normativo regionale sulle attività turistiche e culturali.

Titolo di studio e altri prerequisiti:

Laurea di secondo livello (o vecchio ordinamento) conseguito presso Università Italiane o titolo di studio conseguito all’estero e riconosciuto equipollente in base ad accordi internazionali in Economia e Commercio; abilitazione all’esercizio della professione di Commercialista ed Esperto Contabile; ottime competenze e frequenza d’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse (mondo office, software specialistici della professione,  internet e posta elettronica, Skype); buona conoscenza della lingua inglese. Eventuale/i allegato/i al CV, ritenuto/i coerente/i, sarà/saranno valutato/i come ulteriore/i titolo/i preferenziale/i. 

 

PROFILO C – responsible local editing TV – Responsabile editoriale di redazione televisiva tematica su arti visive.

La figura si occuperà di organizzare e guidare il team TV locale con l’incarico di diretto responsabile organizzativo della gestione e sviluppo di tutti i progetti audiovisivi locali del canale transmediale ARTVISION, riguardo alla redazione Puglia e collaborerà con altre redazioni ARTVISION sia nazionali sia internazionali. E’ direttamente responsabile del raggiungimento degli obiettivi quali-quantitativi fissati dagli outputs del progetto ARTVISION riguardo alle produzioni audiovisive della TV Crew Puglia.

Si relazionerà direttamente, nel perseguimento dei suoi obiettivi, con il Capostruttura/Executive Producer/direttore editoriale, con il direttore artistico, con il channel manager e con il rendicontatore.

Sarà responsabile diretto delle risorse operative della TV Crew Puglia, sia junior sia senior, e ne coordinerà a livello logistico, organizzativo e produttivo il lavoro, con la indiretta collaborazione dei manager di riferimento assegnati.

Focalizzerà la propria attività nell’ascolto delle esigenze dell’executive producer, armonizzando la tempistica in relazione agli obiettivi produttivi e al work flow del PIANO EDITORIALE ARTVISION e nella conseguente pianificazione/definizione puntuale delle attività.

Nella fase di ideazione/sviluppo e organizzazione esecutiva e logistica dei progetti audiovisivi svolgerà un ruolo di primo livello e collaborerà alla definizione delle strategie proposte dal capostruttura, dal direttore artistico e dal channel manager.

Sarà il primo punto di riferimento, sia interno sia esterno, per l’area di competenza e rappresenterà il punto di vista dell’approccio specifico ARTVISION all’interno di progetti di comunicazione digitale integrata e verso il mercato.

Il candidato dovrà dimostrare ottime doti organizzative anche dal punto di vista logistico, sarà un operatore culturale attivo e originale nei vari settori in cui è prevista l’attivazione della TV Crew.

Sarà un operatore coinvolto nell’ideazione, organizzazione e gestione di riprese di eventi artistici o comunque connessi con la TV e il cinema per l’arte, sarà addetto alla fornitura del prodotto finalizzato e ottimizzato alla trasmissione transmediale, addetto alla ricerca  di contenuti per l’industria culturale, nell’ambito editoriale propriamente detto ma anche  in quello televisivo o cross-mediale.

Lavorerà quotidianamente a più stretto contatto con le risorse senior e sarà membro del management team della sede pugliese dell’agenzia/redazione locale ARTVISION.

Il candidato ideale dovrà essere esperto nei servizi d’informazione e documentazione nel settore delle arti visive.

Le mansioni richieste sono: organizzatore segreteria di produzione, redattore, responsabile gestione diritti, addetto alla programmazione, addetto alla scaletta operativa, responsabile ufficio stampa di canal, responsabile promozione e lettore.

I candidati ambosessi (L. 903/77), devono possedere i seguenti requisiti:

–      esperienza documentata di almeno due anni nel settore di riferimento;

–      ottima conoscenza tecnologie a supporto della produzione e post-produzione audiovisiva.

–      competenze di base nelle aree di Regia, Sceneggiatura, Operatore Video, Operatore Suono, Produzione, Casting, Montaggio;

–      predisposizione al lavoro di gruppo e alla gestione creativa del team di lavoro

–      forte spirito di squadra;

–      affabilità, cortesia, e ottime doti di comunicazione ;

–      disposizione verso la scrittura creativa, giudizio critico e dono della sintesi;

–      buona dizione;

–      ottima conoscenza della lingua inglese scritta e parlata;

–      buona competenza informatica.

Titolo di studio e altri prerequisiti:

Laurea di secondo livello (o vecchio ordinamento) conseguito presso Università Italiane o titolo di studio conseguito all’estero e riconosciuto equipollente in base ad accordi internazionali in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale; DAMS; Accademia di Belle arti V.O. con specializzazione cinema e audiovisivo; altro titolo di studio equipollente o coerente con il profilo richiesto.

Costituiscono titolo preferenziale: lavori creativi già svolti per il settore cinematografico e audiovisivo oppure nel settore giornalistico/registico/culturale nel settore dell’arte contemporanea; corsi e scuole di perfezionamento e/o Master specialistici di I e II livello coerenti con il profilo. Eventuale/i allegato/i al CV, ritenuto/i coerente/i, sarà/saranno valutato/i come ulteriore/i titolo/i preferenziale/i.

 

PROFILO D – Assistente del direttore editoriale – segreteria esecutiva editing TV (junior expert)

Lavorerà rapportandosi quotidianamente con il direttore editoriale e a più stretto contatto con le altre risorse senior e sarà membro del team operativo della sede pugliese dell’agenzia/redazione locale ARTVISION.

Il candidato ideale dovrà essere esperto nei servizi d’informazione e documentazione nel settore delle arti visive.

Assisterà il Responsible local Editor incaricato di sviluppare l’identità tematica del canale transmediale ARTVISION indagando e riportando i profili di musei, gallerie, accademie, canali tematici,  riviste e altri soggetti operanti nel settore delle arti visive contemporanee e di inserirli nell’apposito database.

Le mansioni richieste sono: segretario di edizione TVcrew locale, assistente del Direttore Editoriale, addetto casting, addetto location, supervisore di sezione, scenotecnico, adattatore testi, ricercatore iconografico, documentalista, archivista

I candidati ambosessi (L. 903/77), devono possedere i seguenti requisiti:

–      esperienza documentata di almeno un anno nel settore di riferimento;

–      ottima conoscenza tecnologie a supporto della produzione e post-produzione audiovisiva.;

–      competenze di base nelle aree di Regia, Sceneggiatura, Operatore Video, Operatore Suono, Produzione, Casting, Montaggio;

–      predisposizione al lavoro di gruppo e alla motivazione creativa del team di lavoro;

–      Forte spirito di squadra;

–      affabilità, cortesia, e ottime doti di comunicazione ;

–      disposizione verso la scrittura creativa, giudizio critico e dono della sintesi;

–      buona dizione;

–      eccellente conoscenza della lingua inglese scritta e parlata;

–      ottima competenza informatica;

–      buona conoscenza della lingua inglese.

Titolo di studio e altri prerequisiti:

Laurea di secondo livello (o vecchio ordinamento) conseguito presso Università Italiane o titolo di studio conseguito all’estero e riconosciuto equipollente in base ad accordi internazionali in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale; DAMS; Accademia di Belle arti V.O. o specializzazione cinema e audiovisivo; altro titolo di studio equipollente o coerente con il profilo richiesto.

Costituiscono titolo preferenziale: lavori creativi già svolti per il settore cinematografico e audiovisivo oppure nel settore giornalistico/registico/culturale nel settore dell’arte contemporanea; corsi e scuole di perfezionamento e/o Master specialistici di I e II livello coerenti con il profilo. Eventuale/i allegato/i al CV, ritenuto/i coerente/i, sarà/saranno valutato/i come ulteriore/i titolo/i preferenziale/i.

 

PROFILO E – Cameraman – Primo Operatore – editing TV (senior expert – 5 anni)

In ambito televisivo si definisce Cameraman la figura responsabile della manovra e dell’uso della telecamera o della videocamera.

Il Primo Operatore (Cameraman senior) coordina un gruppo di operatori di ripresa che lavorano in esterno o in uno studio di registrazione. In fase di preproduzione, prepara, in stretta collaborazione con il Regista o direttore editoriale, la sequenza delle inquadrature sulla base della scaletta del programma o documentario da realizzare.

In una produzione televisiva, è compito del primo operatore assicurare alla regia un repertorio di inquadrature (primo piano, piano americano, ecc.), nel rispetto della qualità  tecnica dell’immagine (es. luminosità , messa a fuoco…).

Nel caso di riprese in esterno esegue gli input di una figura registica o autoriale (es. un giornalista nel caso del notiziario, un redattore) in merito a chi, cosa e come riprendere, mettendo in opera le modalità e gli interventi tecnici per effettuare le riprese.

In alcuni casi prenderà il nome della specifica attrezzatura di ripresa che utilizzerà e in cui dovrà essere specializzato: Operatore cams remotate (camere gestite da remoto), Operatore jimmy jib (un braccio leggero e modulare composto di tre elementi che permette di seguire l’oggetto ripreso da pIù angolazioni), Operatore steadycam (un sistema con contrappesi che permette di far aderire la telecamera al corpo dell’operatore permettendogli di muoversi in studio o sulla location delle riprese con maggior facilità, sebbene assistito da un aiuto), ecc.

Durante il lavoro il candidato dovrà utilizzare macchine da presa o telecamere digitali, effettuare riprese a camera singola o multicamera, ed anche con l’ausilio di droni radiocomandati.

Le mansioni richieste sono: primo operatore, cameraman operatore di ripresa, specializzato di ripresa, videomaker, videoreporter, produttore artistico/creativo, direttore della fotografia, Lighting cameraman, direttore delle luci, capotecnico, controllo camere, sound supervisor, sound designer, operatore postproduzione, montatore

I candidati ambosessi (L. 903/77), devono possedere i seguenti requisiti:

–      esperienze pregresse nel settore di almeno 5 anni;

–      conoscenza completa delle lavorazioni che vanno dalla ripresa al montaggio, nella produzione di video digitali;

–      padronanza delle suite Adobe ed altri software principali di editing video;

–      forte spirito di squadra;

–      buona conoscenza della lingua inglese;

–      buona competenza tecnica assieme a doti di sensibilità e creatività;

–      possesso di patente di guida B

Titolo di studio e altri prerequisiti:

Titoli di studio richiesti: Diploma professionale di telecineoperatore. Laurea di secondo livello (o vecchio ordinamento) conseguito presso Università Italiane o titolo di studio conseguito all’estero e riconosciuto equipollente in base ad accordi internazionali in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale; DAMS; Accademia di Belle arti V.O. o specializzazione cinema e audiovisivo; altro titolo di studio equipollente o coerente con il profilo richiesto. Costituiscono titolo preferenziale: lavori creativi già svolti per il settore cinematografico/ televisivo e audiovisivo culturale nel settore dell’arte contemporanea;

Costituiscono titolo preferenziale: corsi e scuole di perfezionamento e/o Master specialistici di I e II livello coerenti con il profilo. Eventuale/i allegato/i al CV, ritenuto/i coerente/i, sarà/saranno valutato/i come ulteriore/i titolo/i preferenziale/i.

 

PROFILO F – Cameraman – editing TV (junior expert – 2 anni)

In ambito televisivo si definisce Cameraman la figura responsabile della manovra e dell’uso della telecamera o della videocamera.

Il cameraman junior, lavora a diretto contatto con il cameraman senior – Primo Operatore – svolge le misurazioni necessarie per una corretta messa a fuoco delle immagini in caso di riprese particolari quali ad esempio quelle di soggetti in movimento, ed è responsabile che le apparecchiature siano correttamente tarate rispetto a quanto definito con il Cameraman senior.

In alcuni casi prenderà il nome della specifica attrezzatura di ripresa che utilizza e in cui è specializzato: Operatore cams remotate (camere gestite da remoto), Operatore jimmy jib (un braccio leggero e modulare composto di tre elementi che permette di seguire l’oggetto ripreso da più angolazioni), Operatore steadycam (un sistema con contrappesi che permette di far aderire la telecamera al corpo dell’operatore permettendogli di muoversi in studio o sulla location delle riprese con maggior facilità ), ecc. Tali specializzazioni costituiscono criterio preferenziale.

Durante il lavoro il candidato dovrà utilizzare macchine da presa o telecamere digitali, effettuare riprese a camera singola o multicamera, ed anche con l’ausilio di droni radiocomandati.

I candidati ambosessi (L. 903/77), devono possedere i seguenti requisiti:

–      due anni diesperienze pregresse e documentata;

–      conoscenza completa delle lavorazioni che vanno dalla ripresa al montaggio, nella produzione di video digitali;

–      padronanza delle suite Adobe ed altri software principali di editing video.;

–      ottima dimestichezza con tutti gli impianti audio e luci,

–      buona conoscenza della lingua inglese;

–      buona competenza tecnica assieme a doti di sensibilità e creatività;

–      Forte spirito di squadra;

–      Patente B.

Le mansioni richieste sono: primo assistente operatore, aiuto operatore specializzato di ripresa, fonico di presa diretta, microfonista, tecnico del suono, giraffista, fonico di studio, fonico di effetti speciali, addetto al missaggio audio, datore luci, assistente al montaggio, addetto alla titolatrice.

Titolo di studio e altri prerequisiti:

Diploma professionale di telecineoperatore. Laurea di secondo livello (o vecchio ordinamento) conseguito presso Università Italiane o titolo di studio conseguito all’estero e riconosciuto equipollente in base ad accordi internazionali in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale; DAMS; Accademia di Belle arti V.O. o specializzazione cinema e audiovisivo; altro titolo di studio equipollente o coerente con il profilo richiesto. Costituiscono titolo preferenziale: lavori creativi già svolti per il settore cinematografico/ televisivo e audiovisivo culturale nel settore dell’arte contemporanea.

Costituiscono titolo preferenziale: corsi e scuole di perfezionamento e/o Master specialistici di I e II livello coerenti con il profilo. Eventuale/i allegato/i al CV, ritenuto/i coerente/i, sarà/saranno valutato/i come ulteriore/i titolo/i preferenziale/i.

 

PROFILO G – Esperto di editing e post produzione nel settore televisivo e audio-video (senior expert – 5 anni)

Il Video Editor realizzerà montaggi video e effetti speciali utilizzando le maggiori piattaforme di video editing e di post produzione video.

Realizzerà cortometraggi, reportage, minispot per le più diverse tipologie di trasmissione compreso il web nonché campagne di comunicazione video.

I candidati ambosessi (L. 903/77), devono possedere i seguenti requisiti:

–      esperienza nel settore di almeno 5 anni;

–      conoscenza approfondita di software di editing video (Final Cut, After Effect, Premiere, Sony Vegas ecc.);

–      conoscenza approfondita di Photoshop;

–      conoscenza approfondita di software per l’audio editing;

–      conoscenza delle tecniche di fotoritocco;

–      conoscenza ambiente operativo MAC / Windows;

–      l’ottima conoscenza e  l’utilizzo di software di editing video (Final Cut, After Effect, Premiere, Sony Vegas ecc.);

–      forte Predisposizione alla CREATIVITA’ E INVENTIVA.

Verranno considerati elementi preferenziali di valutazione: creatività, precisione, versatilità, predisposizione al lavoro di gruppo, abilità nell’utilizzo degli applicativi, conoscenza e esperienza nel saper creare, ottimizzare, finalizzare  e inviare correttamente un progetto video.

Le mansioni richieste sono: responsabile post produzione TV crew ARTVISION – PUGLIA,montatore, editor, videografico, infografico, montatore del suono, montatore dei dialoghi, sincronizzatore dialoghi, addetto al missaggio audio, addetto alla titolatrice, fonico del doppiaggio, videografico, infografico, creatore del layout, ottimizzatore.

Titolo di studio e altri prerequisiti:

Diploma professionale di tecnico di montaggio e/o telecineoperatore. Laurea di secondo livello (o vecchio ordinamento) conseguito presso Università Italiane o titolo di studio conseguito all’estero e riconosciuto equipollente in base ad accordi internazionali in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale; DAMS; Accademia di Belle arti V.O. o specializzazione cinema e audiovisivo; altro titolo di studio equipollente o coerente con il profilo richiesto. Costituiscono titolo preferenziale: lavori creativi già svolti per il settore cinematografico/ televisivo e audiovisivo culturale nel settore dell’arte contemporanea;

Costituiscono titolo preferenziale: corsi e scuole di perfezionamento e/o Master specialistici di I e II livello coerenti con il profilo. Eventuale/i allegato/i al CV, ritenuto/i coerente/i, sarà/saranno valutato/i come ulteriore/i titolo/i preferenziale/i.

 

PROFILO H – Esperto nella traduzione letteraria – giornalistica – culturale per contenuti specialistici artistici del settore televisivo e  audio-video (senior expert)

E’ un esperto in traduzione tecnica/specialistica oltre che letteraria nel campo dell’arte contemporanea che abbia già eseguito traduzioni letterarie di alto livello . E’ una figura che collabora attivamente e in permanenza con una troupe televisiva nella finalizzazione dei programmi o con il curatore di mostre internazionali anche al fine di produrre un adeguato catalogo bilingue.

I candidati ambosessi (L. 903/77), devono possedere i seguenti requisiti:

–      comprovata esperienza traduttiva di almeno 5 anni;

–      documentata esperienza pregressa nella traduzione per il settore dell’editoria (libri, cataloghi d’arte, monografie di artisti, testi per allestimento mostre internazionali, riviste specializzate, audiovisivi per l’arte etc.) o per progetti internazionali di promozione culturale anche attraverso il mezzo audiovisivo;

–      competenza ad ampio raggio nel settore della traduzione (Teoria della traduzione, Storia della lingua italiana e della lingua di specializzazione, Dizionari, Intertestualità, Linguistica e così via);

–      possedere le basi della traduzione cinematografica, concentrandosi sulle problematiche dell’ adattamento e sottotitolazione dell’audiovisivo, della traduzione del dialogo e dell’adattamento filmico;

–      Ottima conoscenza della lingua inglese e di un’altra lingua europea.

–       Ottime conoscenze di informatica.

–       Conoscenza degli strumenti multimediali per la comunicazione (internet; skype; social network; youtube etc)

–      Tecniche di comunicazione e promozione

–      Tecniche editoriali, redazionali, di riproduzione, digitalizzazione, archiviazione.

Deve inoltre essere in grado di:

–      -Individuare soluzioni per l’adattamento e la sottotitolazione di testi e dialoghi per prodotti filmici o audiovisivi tematici per l’arte contemporanea.

–      Elaborare un piano preventivo delle attività e procedere all’operatività esecutiva degli ambiti suoi specialistici.

–      propensione al lavoro in equipe e alla comunicazione.

Titolo di studio e altri prerequisiti:

Laurea di secondo livello (o vecchio ordinamento) conseguito presso Università Italiane o titolo di studio conseguito all’estero e riconosciuto equipollente in base ad accordi internazionali in Lingue e Letterature straniere o titolo equipollente.

Saranno titolo preferenziale: pubblicazioni già tradotte nel settore dell’arte contemporanea, corsi e scuole di perfezionamento e/o Master specialistici di I e II livello coerenti con il profilo. Eventuale/i allegato/i al CV, ritenuto/i coerente/i, sarà/saranno valutato/i come ulteriore/i titolo/i preferenziale/i.

 

PROFILO I- Curatore esperto di  arte contemporanea

Il Curatore di mostre ed eventi è in grado di organizzare sia eventi espositivi sia eventi performativi (rassegne video, rassegne audio, rassegne on line, rassegne multimediali, eventi urbani e di public art).

E’ il referente scientifico in grado di proporre e di attuare mostre ed attività in collaborazione con la Direzione che ne deve approvare il progetto. Deve concorrere alla definizione dell’identità.

del Museo. Condividere gli obiettivi strategici della mission da perseguire.

I candidati ambosessi (L. 903/77), devono possedere i seguenti requisiti:

–      esperienza pregressa e documentabile di almeno 3 anni;

–      conoscenza delle tecniche e della normativa di catalogazione e schedatura;

–      conoscenza delle tecniche di allestimento;

–      conoscenza degli strumenti di editoria tradizionale ed elettronica;

–      conoscenza dei programmi ed applicativi informatici di gestione e consultazione del patrimonio culturale;

–      conoscenza delle tecnologie multimediali;

–      capacità di analisi dell’utenza;

–      conoscenza dei metodi e delle tecniche di pianificazione,progettazione, realizzazioni e valutazione di programmi;

–      conoscenza di una lingua straniera (preferibilmente inglese e/o altra lingua: tedesco, francese, spagnolo);

–      capacità di organizzare e dirigere gli aspetti tecnici legati alla realizzazione degli allestimenti;

–      capacità di coordinare le procedure relative alla movimentazione delle opere;

–      capacità di gestione delle collezioni;

–      capacità di gestione dei prestiti di opere d’arte;

–      spiccata capacità di progettare e coordinare esposizioni temporanee ed eventi culturali collaterali;

–      capacità di progettare e coordinare attività promozionali e divulgative;

–      capacità di progettare e coordinare attività editoriali e di comunicazione;

–      Condurre attività di monitoraggio e valutazione delle attività condotte direttamente o coordinate

Titolo di studio e altri prerequisiti:

Laurea di secondo livello (o vecchio ordinamento) conseguito presso Università Italiane o titolo di studio conseguito all’estero e riconosciuto equipollente in base ad accordi internazionali in ambito  umanistico/artistico o in tutela dei Beni Culturali, in Architettura o titoli equipollenti. Corsi e scuole di perfezionamento e/o Master specialistici di I e II livello coerenti con il profilo. Eventuale/i allegato/i al CV, ritenuto/i coerente/i, sarà/saranno valutato/i come ulteriore/i titolo/i preferenziale/i.

 

PROFILO L – Coordinatore tecnico-logistico di mostre ed eventi culturali  transfrontalieri di arte contemporanea

Il candidato a questo profilo dovrà documentare di aver già acquisito competenze nella organizzazione tecnico-logistica di eventi internazionali e nella gestione delle relazioni istituzionali e culturali in special modo con i paesi dell’area adriatico-balcanica.

Preferibilmente dovrà aver già collaborato alla realizzazione di mostre di arte contemporanea e eventi culturali a livello transfrontaliero curando le relazioni istituzionali con i paesi adriatici o dei Balcani sud occidentali oppure aver  curato la realizzazione in occasione di grandi eventi,  di missioni istituzionali dei governi di Albania, Montenegro e Croazia e la organizzazione dei convegni internazionali dedicati al Corridoio VIII con la partecipazione delle rappresentanze governative di tali Paesi.

Dovrà possedere un proprio data base di contatti istituzionali a più livelli e una propria autonomia di azione nei territori adriatici/balcanici, anche a fini di organizzazione logistica e di coordinamento organizzativo di importanti eventi espositivi e culturali.

Titolo di studio e altri prerequisiti:

Diploma di Scuola Superiore di 2°grado. Eventuale/i allegato/i al CV, ritenuto/i coerente/i, sarà/saranno valutato/i come ulteriore/i titolo/i preferenziale/i.

Sarà tuttavia indispensabile l’aver già svolto similare e documentata attività nei paesi adriatici  partner del progetto ARTVISION.

 

Art.3 Requisiti di ammissione e titoli valutabili

I candidati, per poter essere inseriti nell’elenco devono possedere, alla data di presentazione della domanda, i seguenti requisiti di legge:

a) cittadinanza italiana o di altro Stato membro dell’Unione europea. I cittadini comunitari devono possedere i requisiti di cui all’art. 3 del D.P.C.M. 7 febbraio 1994, n. 174;

b) godimento dei diritti civili e politici;

c) non avere carichi pendenti e non aver riportato condanne penali (intendendo come tale anche quella che segue al cosiddetto patteggiamento);

d) non essere stati interdetti dai pubblici uffici con sentenza passata in giudicato;

e) non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione per persistente insufficiente rendimento ovvero dichiarati decaduti ai sensi dell’art. 127, primo comma, lettera d), del d. P.R. 10 gennaio 1957 n. 3;

requisiti professionali:

f) Diploma di Scuola Superiore di 2°grado,  diploma di Accademia di Belle Arti o diploma di laurea specialistica secondo il nuovo ordinamento degli studi universitari di cui al D.M. n. 509/1999 o diploma di laurea, se conseguita secondo il vecchio ordinamento degli studi universitari, nelle aree relative ai profili professionali di cui al presente avviso ovvero un titolo di studio conseguito all’estero e riconosciuto equipollente.

g) esperienza lavorativa documentabile nel settore di competenza.

I suddetti requisiti (di legge e professionali) dovranno essere dichiarati dal candidato in sede di presentazione della domanda (come da modello facsimile allegato) e potranno essere verificati dalla Fondazione Museo Pino Pascali prima dell’affidamento dell’eventuale incarico. I requisiti professionali sopra indicati sono vincolanti ai fini dell’iscrizione nelle relative sezioni dell’elenco di che trattasi.

La mancata dichiarazione del possesso dei requisiti comporterà l’esclusione della domanda. Sono valutabili, quali titoli preferenziali per la attribuzione degli incarichi, successivamente all’inserimento nell’elenco, i seguenti titoli:

1) voto di diploma o di laurea;

2) diplomi di specializzazione post-laurea, master o titoli equiparabili, coerenti con il profilo richiesto.

3) pubblicazioni, progetti, opere o ricerche nelle materie o aree di intervento attinenti al profilo professionale richiesto;

4) stage riconosciuti o tirocini di formazione e orientamento nella materie attinenti al profilo professionale richiesto;

5) conoscenza diretta della Puglia e dei Paesi partner con cui si dovrà svolgere l’incarico.

6) esperienze dirette con le Pubbliche Amministrazioni;

7) esperienza lavorativa rilevante per l’attività professionale prevista e ad essa direttamente attinente, adeguatamente documentata.

 

Art.4 Modalità di presentazione delle domande e termini di scadenza

Per richiedere l’iscrizione nell’elenco, gli interessati dovranno presentare la domanda di candidatura redatta come da fac-simile allegato al presente avviso, debitamente compilata e sottoscritta in originale entro le ore 18.00 del giorno 21 novembre 2013

Per le domande spedite a mezzo raccomandata per le normali vie postali o

agenzie di recapito autorizzate farà fede la data di invio.

La documentazione relativa alla domanda di candidatura, dovrà essere inviata, in busta chiusa con plico raccomandato per le normali vie postali o agenzie di recapito

autorizzate,  al  seguente  indirizzo:  “Fondazione Museo Pino Pascali –  Via Parco del Lauro, 119 – 70044 – Polignano a Mare ( Bari)”.

Sul frontespizio della busta dovrà essere riportato in maniera chiara il nominativo del mittente e  la  dicitura “ELENCO  INTEGRATIVO CANDIDATI  PER  INCARICHI  DI  COLLABORAZIONE  – PROFILO ( riportare la lettera corrispondente al profilo scelto )  ”.

Alla domanda devono essere allegati:

– copia del documento di identità in corso di validità;

– autocertificazione attestante il titolo di studio posseduto, con la votazione finale riportata e la data di conseguimento;

– curriculum in standard europeo, anch’esso sottoscritto in originale, dal quale si evincano le competenze ed esperienze richieste con riferimento alla specificità del profilo professionale per cui il candidato intende proporsi e riportante tutte le informazioni che desidera sottoporre a valutazione; nel curriculum devono essere chiaramente dettagliate le esperienze lavorative e le prestazioni rese, con indicazione del periodo e della denominazione dell’Ente o Società committente, nonché l’autorizzazione al trattamento dei dati personali secondo art. 13 del D.Lgs. 196/2003.

 

Art.5 Elenco delle candidature e affidamento degli incarichi

L’affidamento degli incarichi sarà operato attraverso la valutazione –da parte della Direzione ed eventuali suoi nominati- dei titoli e della documentazione presentata dal candidato e verifica dell’effettivo possesso dei requisiti dichiarati.

L’affidamento degli incarichi e la relativa remunerazione saranno determinati in funzione delle esigenze operative manifestate dalla Fondazione Museo Pino Pascali, in relazione alle attività specifiche da espletare e alla relativa durata.

All’atto dell’affidamento dell’incarico la Fondazione Museo Pino Pascali, si riserva la facoltà di vincolare l’incarico stesso alla verifica e risoluzione di eventuali incompatibilità connesse ad altri incarichi o rapporti professionali contemporaneamente in essere con altre Amministrazioni o altre società pubbliche o private.

 

Art.6 Tutela della privacy

I dati dei quali la Fondazione Museo entrerà in possesso a seguito del presente avviso pubblico saranno trattati nel rispetto della normativa sulla privacy. La presentazione della candidatura per l’iscrizione all’elenco costituisce espressione di consenso tacito al trattamento dei dati personali.

 

Art. 7 Richiesta di chiarimenti

Per maggiori informazioni ci si potrà rivolgere alla segreteria della Fondazione Museo Pino Pascali, e-mail: segreteria@museopinopascali.it, oppure telefonando al numero 080.42.49.534

Si darà seguito alle richieste di chiarimenti formulate per e-mail solo se inviate con chiara identificazione del mittente e per richieste motivate con riferimento al presente avviso; non si prenderà atto di e-mail con documenti in allegato, specie se risultanti infetti da virus.

Il presente Avviso per la presentazione delle domande di candidatura è pubblicato sul sito internet della Fondazione Museo Pino Pascali http://www.museopinopascali.it/index.php

 

Polignano a Mare, 24 ottobre 2013– Prot. 24/13

Il Direttore

Rosalba Branà

ALLEGATI

Scarica la Short List MPP-IPA del 24 ottobre 2013

Scarica il modello per la domanda di candidatura Short List Fondazione Pascali