AVVISO PUBBLICO PER LA FORMAZIONE DI UNA SHORT-LIST

/////AVVISO PUBBLICO PER LA FORMAZIONE DI UNA SHORT-LIST
AVVISO PUBBLICO PER LA FORMAZIONE DI UNA SHORT-LIST2018-11-01T12:08:47+00:00

Polignano a Mare, 04/05/2018

Prot. N. 279/2018

 

AVVISO PUBBLICO PER LA FORMAZIONE DI UNA SHORT-LIST DI PROFESSIONISTI PER L’AFFIDAMENTO DI INCARICHI INERENTI LE ATTIVITÀ DELLA FONDAZIONE PINO PASCALI – MUSEO D’ARTE CONTEMPORANEA

 

Art. 1 – Oggetto dell’avviso.

È indetto avviso pubblico per l’acquisizione di candidature di soggetti esperti (liberi professionisti) per la formazione di un elenco di candidati, in possesso dei requisiti di cui al presente avviso, finalizzato all’affidamento di incarichi professionali, da utilizzare in rapporto alle necessità ed alle esigenze della Fondazione Museo Pino Pascali (nel rispetto dei principi di non discriminazione, parità di trattamento, proporzionalità e trasparenza).

Con il presente avviso non si intende porre in essere alcuna procedura concorsuale o paraconcorsuale; inoltre, l’acquisizione delle candidature non prevede graduatorie, attribuzioni di punteggio e/o altre classificazioni di merito e l’inserimento nell’elenco degli esperti non comporta alcun diritto aprioristico ad ottenere incarichi professionali e/o di collaborazione da parte della Fondazione Museo Pino Pascali.

L’eventuale conferimento dell’incarico non determinerà la costituzione di rapporto di lavoro subordinato o pubblico impiego, bensì si configurerà come prestazione di lavoro autonomo, regolata da specifico disciplinare, ai sensi degli artt. 2222 e ss. del Codice Civile e della normativa correlata.

L’istanza di partecipazione ha il solo scopo di manifestare la disponibilità all’assunzione di eventuale incarico e la piena accettazione di tutte le condizioni riportate nel presente avviso.

L’elenco manterrà la sua validità per 24 mesi dalla data della sua approvazione, salvo implementazioni. Nel corso del suddetto periodo di validità ciascun iscritto potrà anche presentare atti integrativi della domanda al maturare di eventuali significative esperienze professionali o al possesso di ulteriori titoli.

Si procederà all’aggiornamento della short list entro il 31 dicembre di ogni anno, sulla base delle nuove integrazioni eventualmente pervenute e che potranno essere presentate nel corso dell’anno senza pubblicazione di ulteriore avviso pubblico, secondo modalità e condizioni già previste nel presente avviso pubblico.

 

Art. 2 – Articolazione dell’elenco della short list per sezioni e requisiti.

Il presente avviso darà luogo a diverse short list, distinte sulla base dell’ambito di specializzazione richiesto:

PROFILO A – Esperto nella traduzione letteraria/giornalistica/culturale per contenuti specialistici artistici del settore televisivo e audio-video
Funzioni:

È un esperto in traduzione letteraria/giornalistica/culturale per contenuti specialistici artistici del settore televisivo e audio-video nel campo dell’arte contemporanea, che abbia già eseguito traduzioni letterarie di alto livello. È una figura che collabora attivamente e in permanenza con il curatore di mostre internazionali, anche al fine di produrre un adeguato catalogo bilingue.

Requisiti di ammissibilità:

·    diploma di laurea di secondo livello (o vecchio ordinamento) ovvero di una laurea quinquennale specialistica (nuovo ordinamento) in lingue straniere o in interpretariato o equipollenti;

·    esperienza professionale minima documentabile di 3 anni.

 

PROFILO B – Fotografo esperto
Funzioni:

È una figura professionale con particolare esperienza nel settore dell’arte, in grado di realizzare servizi fotografici. L’esperto dovrà avere attrezzatura propria.

Requisiti di ammissibilità:

·    possesso di titoli di studio o corsi di specializzazione inerenti la fotografia;

·    esperienza professionale documentabile minima di 3 anni nel settore della ripresa di mostre ed eventi culturali presso soggetti analoghi a musei o gallerie.

 

PROFILO C – Direttore editoriale
Funzioni:

Il direttore editoriale avrà il compito di lavorare seguendo la linea e le attività editoriali concepite nell’ambito dei progetti europei realizzati nel corso di questi ultimi anni (arTVision, Adriawealth) per quanto riguarda la produzione televisiva. È una figura professionale altamente specialistica che possiede una conoscenza approfondita dei sistemi comunicativi televisivi ed audiovisivi in generale e con una buona competenza nel campo dell’arte contemporanea; in qualità di content producer/multimedia, possiede pluriennale esperienza presso emittenti televisive italiane e/o straniere; esperienza in ambito giornalistico; esperienza come consulente/coordinatore redazionale o direttore editoriale e capacità di attivare e gestire come capostruttura e in autonomia rapporti internazionali (enti editoriali, case di produzione televisiva e cinematografica, broadcasters, giornali, riviste specializzate in arte, tv tematiche, cinema, web); esperienza nella produzione e promozione strategica di contenuti audiovisivi, in particolare nel settore culturale e dell’arte visiva e contemporanea; conoscenza ed utilizzo dei nuovi canali crossmediali-transmediali ai fini comunicativi.

Requisiti di ammissibilità:

·    laurea di secondo livello (o vecchio ordinamento) conseguito presso Università Italiane o titolo di studio conseguito all’estero e riconosciuto equipollente in base ad accordi internazionali in Lettere, Scienze della Formazione, Conservazione dei beni culturali con indirizzo storico-artistico, Scienze dei Beni culturali; diploma di Accademia di Belle Arti vecchio ordinamento o specializzazione; Corsi, studi, stage e/o tirocini nell’ambito specifico della comunicazione audiovisiva e televisiva in particolare;

·    esperienza professionale minima documentabile di 10 anni;

·    esperienza lavorativa documentabile nel campo della comunicazione giornalistica e ufficio stampa con attività locale, nazionale e internazionale, documentaristica e artistica;

·    comprovata esperienza in ambito giornalistico;

·    esperienza di Consulente Redazionale;

·    database personale con contatti nazionali e internazionali;

·    esperienza nell’ambito della programmazione comunitaria;

·    gestione rapporti con corrispondenti ed inviati ed agenzie giornalistiche televisive in Italia e all’estero;

·    ottima conoscenza della stampa specialistica, italiana ed estera, nel settore delle arti visive:

·    buona conoscenza della lingua inglese scritta e orale e preferibilmente anche di altre lingue (francese, tedesco, spagnolo).

 

PROFILO D – Operatore video
Funzioni:

L’operatore avrà il compito di lavorare seguendo la linea ed il piano del direttore editoriale concepite nell’ambito del progetti europei arTVision finanziato dal Programma IPA Adriatic CBC, per quanto riguarda la produzione televisiva. È una figura professionale in grado di realizzare riprese audio-video. In fase di preproduzione, prepara, in stretta collaborazione con il Regista o direttore editoriale, la sequenza delle inquadrature sulla base della scaletta del programma o documentario da realizzare. In una produzione televisiva, è compito dell’operatore assicurare alla regia un repertorio di inquadrature (primo piano, piano americano, ecc.), nel rispetto della qualità tecnica dell’immagine (es. luminosità , messa a fuoco…). Nel caso di riprese in esterno esegue gli input di una figura registica o autoriale (es. un giornalista nel caso del notiziario, un redattore) in merito a chi, cosa e come riprendere, mettendo in opera le modalità e gli interventi tecnici per effettuare le riprese. Le mansioni richieste sono: operatore, cameraman operatore di ripresa, videomaker, videoreporter, produttore artistico/creativo, Lighting cameraman, direttore delle luci, capotecnico, controllo camere, sound supervisor, sound designer.

Requisiti di ammissibilità:

·    diploma professionale di telecineoperatore. Laurea di secondo livello (o vecchio ordinamento) conseguito presso Università Italiane o titolo di studio conseguito all’estero e riconosciuto equipollente in base ad accordi internazionali in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale; DAMS; Accademia di Belle arti V.O. o specializzazione cinema e audiovisivo; altro titolo di studio equipollente o coerente con il profilo richiesto;

·    esperienza professionale minima documentabile di 5 anni;

·    attitudine alla fotografia e alla creatività;

·    ottime capacità autoriali;

·    conoscenza completa delle lavorazioni che vanno dalla ripresa al montaggio, nella produzione di video digitali;

·    padronanza delle suite Adobe ed altri software principali di editing video.

 

PROFILO E – Esperto di editing e post-produzione
Funzioni:

L’esperto avrà il compito di lavorare seguendo la linea ed il piano del direttore editoriale concepite nell’ambito del progetto arTVision, finanziato dal Programma IPA Adriatic CBC, per quanto riguarda la produzione televisiva. Realizzerà montaggi video e effetti speciali utilizzando le maggiori piattaforme di video editing e di post produzione. Realizzerà cortometraggi, reportage, mini spot per le più diverse tipologie di trasmissione compreso il web nonché campagne di comunicazione video.

Requisiti di ammissibilità:

·    diploma professionale di tecnico di montaggio e/o telecineoperatore. Laurea di secondo livello (o vecchio ordinamento) conseguito presso Università Italiane o titolo di studio conseguito all’estero e riconosciuto equipollente in base ad accordi internazionali in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale; DAMS; Accademia di Belle arti V.O. o specializzazione cinema e audiovisivo; altro titolo di studio equipollente o coerente con il profilo richiesto;

·    esperienza professionale minima documentabile di 5 anni;

·    conoscenza approfondita di software di editing video (Final Cut, After Effect, Premiere, Sony)

·    conoscenza approfondita di Photoshop;

·    conoscenza approfondita di software per l’audio editing;

·    conoscenza delle tecniche di fotoritocco;

·    conoscenza ambiente operativo MAC / Windows;

·    ottima conoscenza e utilizzo di software di editing video (Final Cut, After Effect, Premiere, Sony Vegas ecc.).

  

Art.3 Requisiti di carattere generale.

Ai fini della presentazione della domanda di iscrizione in tale elenco, i candidati devono essere in possesso dei seguenti requisiti di carattere generale alla data di presentazione della domanda:

  • cittadinanza italiana o di altro Stato membro dell’Unione europea. I cittadini comunitari devono possedere i requisiti di cui all’art. 3 del D.P.C.M. 7 febbraio 1994, n. 174;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • non avere carichi pendenti e non aver riportato condanne penali (intendendo come tale anche quella che segue al c.d. patteggiamento);
  • non essere stati interdetti dai pubblici uffici con sentenza passata in giudicato;
  • non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione per persistente insufficiente rendimento ovvero dichiarati decaduti ai sensi dell’art. 127, primo comma, lettera d), del d. P.R. 10 gennaio 1957 n. 3;
  • non trovarsi in alcuna delle cause di esclusione di cui all’art. 38 D.Lgs. n. 163/06 e s.m.i..

 

I suddetti requisiti (di legge e professionali) dovranno essere dichiarati dal candidato in sede di presentazione della domanda (come da modello fac-simile allegato) e potranno essere verificati dalla Fondazione Museo Pino Pascali prima dell’affidamento dell’eventuale incarico. La mancata dichiarazione del possesso dei requisiti comporterà l’esclusione della domanda.

I requisiti professionali sopra indicati si intendono vincolanti ai fini dell’iscrizione nelle relative sezioni dell’elenco di che trattasi.

 

Art.4 titoli preferenziali.

Sono valutabili, quali titoli preferenziali per la attribuzione degli incarichi, successivamente all’inserimento nell’elenco:

  • voto di laurea;
  • diplomi di specializzazione post-laurea, master o titoli equiparabili;
  • pubblicazioni o ricerche nelle materie attinenti al profilo professionale richiesto (aree tematiche individuate);
  • stage riconosciuti o tirocini di formazione e orientamento nella materie attinenti al profilo professionale richiesto;
  • conoscenza diretta del territorio pugliese;
  • esperienze dirette con le Pubbliche Amministrazioni;
  • esperienza lavorativa rilevante per l’attività professionale prevista e ad essa direttamente attinente, adeguatamente documentata, ulteriore rispetto a quanto richiesto;
  • conoscenze della lingua inglese e/o francese;
  • conoscenza di un’eventuale seconda lingua comunitaria, anche diversa da quelle sopra indicate;
  • possesso della Patente Europea del Computer.

 

Art.5 Modalità di presentazione delle domande e termini di scadenza.

Per richiedere l’iscrizione nell’elenco, gli interessati dovranno presentare la domanda di candidatura redatta come da fac-simile allegato al presente avviso, debitamente compilata e sottoscritta in originale entro le ore 12.00 del giorno 18 Maggio 2018.

L’istanza, corredata della documentazione richiesta, dovrà essere presentata in busta chiusa controfirmata sui lembi in una delle seguenti modalità:

  • direttamente, presso la Fondazione Museo Pino Pascali sita in Polignano a Mare alla Via Parco del Lauro n. 119;
  • con plico raccomandato tramite corriere o agenzie di recapito autorizzate, al seguente indirizzo: “Fondazione Museo Pino Pascali – Via Parco del Lauro n. 119 -70044- Polignano a Mare (Bari)” (in tal caso, ai fini della scadenza, farà fede la data di invio)
  • a mezzo p.e.c. all’indirizzo museopinopascali@pec.it

In ogni caso, dovrà essere riportato -sul frontespizio della busta o nell’oggetto della mail- il nominativo del mittente e la dicitura “AVVISO PUBBLICO PER LA FORMAZIONE DI UNA SHORT-LIST DI PROFESSIONISTI PER L’AFFIDAMENTO DI INCARICHI INERENTI LE ATTIVITÀ DELLA FONDAZIONE PINO PASCALI – MUSEO D’ARTE CONTEMPORANEA – PROFILO …. ” (riportare la lettera corrispondente al profilo scelto).

CIASCUN CANDIDATO DOVRÀ PRESENTARE UNA DOMANDA PER OGNI PROFILO SELEZIONATO.

Il recapito del plico rimane ad esclusivo rischio del mittente ove per qualsiasi motivo lo stesso non giunga a destinazione in tempo utile e/o integro in ogni sua parte.

La Fondazione Museo Pino Pascali non assume responsabilità per la dispersione di comunicazioni dipendente da inesatta indicazione del recapito da parte del concorrere né per eventuali disguidi postali o telegrafici o comunque imputabili a fatto terzi, a caso fortuito o a forza maggiore.

Alla domanda devono essere allegati:

  1. curriculum vitae in formato europeo, sottoscritto in originale, dal quale si evincano le competenze ed esperienze richieste con riferimento alla specificità del profilo professionale per cui il candidato intende proporsi e riportante tutte le informazioni che desidera sottoporre a valutazione; nel curriculum devono essere chiaramente dettagliate le esperienze lavorative e le prestazioni rese, con indicazione del periodo e della denominazione dell’Ente o Società committente, nonché l’autorizzazione al trattamento dei dati personali secondo art. 13 del D.Lgs. n.196/2003;
  2. copia del documento di identità in corso di validità;
  3. dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, ai sensi del DPR n. 445/2000 e s.m.i., dalla quale risulti il titolo di studio posseduto, con la votazione finale riportata e la data di conseguimento, nonché l’esperienza specifica sviluppata nello svolgimento di incarichi per la realizzazione di forniture e servizi affini alla categoria selezionata;
  4. attestazione, a pena di esclusione e nella consapevolezza della responsabilità civile e penale derivante da dichiarazioni mendaci, circa l’inesistenza di cause di incompatibilità rispetto all’eventuale servizio da svolgere;
  5. presentazione del  portfolio  con  lavori  esemplificativi,  in  formato elettronico e/o cartaceo.

Le domande saranno escluse se:

  • presentate da candidati non in possesso dei requisiti richiesti;
  • pervenute oltre i termini fissati dal presente avviso;
  • mancanti della documentazione richiesta.

 

Art.6 Elenco delle candidature e affidamento degli incarichi.

L’istruttoria per l’ammissibilità delle candidature ai fini dell’inserimento nella short list, verrà effettuata, da parte della Direzione ed eventuali suoi nominati, sulla base dell’esame delle candidature presentate.

La composizione della short list verrà resa pubblica mediante pubblicazione sul sito istituzionale della Fondazione Museo Pino Pascali (http://www.museopinopascali.it).

L’affidamento degli incarichi e la relativa remunerazione saranno determinati in funzione delle esigenze operative manifestate dalla Fondazione Museo Pino Pascali, in relazione alle attività specifiche da espletare e alla relativa durata.

All’atto dell’affidamento dell’incarico la Fondazione Museo Pino Pascali, si riserva la facoltà di vincolare l’incarico stesso alla verifica e risoluzione di eventuali incompatibilità connesse ad altri incarichi o rapporti professionali contemporaneamente in essere con altre Amministrazioni o altre società pubbliche o private.

 

Art.7 Modalità di affidamento dell’incarico

Gli esperti selezionati saranno convocati, a seguito della pubblicazione della short list, per sostenere un colloquio con la Direzione Artistica per l’eventuale assegnazione degli incarichi professionali di volta in volta ritenuti necessari sulla base delle specifiche esigenze della Fondazione.

Gli incarichi saranno affidati ad insindacabile giudizio della Fondazione sulla base di una valutazione dei curricula dei candidati con procedura comparativa tra quelli inclusi in settori e profili omogenei, tenendo conto della competenze maggiormente pertinenti rispetto agli incarichi da affidare.

Le condizioni contrattuali saranno definite in base al profilo professionale degli esperti e all’impegno richiesto. I contratti saranno conformi a quanto prescritto dal codice civile e nella normativa comunitaria di riferimento, senza vincolo di subordinazione e sulla base delle direttive della Direzione Artistica della Fondazione Museo Pino Pascali.

L’impiego dei professionisti sarà definito in rapporto alle effettive necessità della Fondazione Museo Pino Pascali, in relazione alle disponibilità finanziarie della stessa ed alla ammissibilità dei costi per consulenze esterne/servizi previsti dai singoli strumenti di finanziamento, tenuto conto dei seguenti parametri:

  • tipologia dell’incarico da affidare;
  • rilevanza del curriculum (competenze ed esperienze già maturate) rispetto all’oggetto della prestazione;
  • rotazione, ove possibile, degli incarichi;
  • disponibilità ad effettuare le prestazioni nei tempi richiesti.

La Fondazione Museo Pino Pascali si riserva la facoltà di verificare l’effettivo possesso dei requisiti dichiarati, oltre che la disponibilità ad assumere l’incarico alle condizioni proposte.

L’incarico o il servizio saranno conferiti con atto motivato e verranno regolati mediante apposito contratto, nel quale saranno fissate modalità, tempi e corrispettivo per l’espletamento dello stesso.

Il compenso da corrispondere sarà di volta in volta stabilito, quantificato e convenuto in sede di conferimento di ogni specifico incarico.

Il professionista chiamato a prestare la propria collaborazione può, per ragioni di indisponibilità temporanea, rinunciare all’incarico; in caso di accettazione, non sarà possibile interrompere il lavoro iniziato, pena l’esclusione dalla short list, salvo comprovati motivi di causa maggiore.

 

Art.8 Tutela della privacy.

I dati dei quali la Fondazione Museo Pino Pascali entra in possesso a seguito del presente avviso verranno trattati nel rispetto del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione di dati personali” e saranno trattati esclusivamente per le finalità di gestione della procedura di selezione e degli eventuali procedimenti di affidamento d’incarico.

 

Art. 9 Pubblicità e informazioni.

Per maggiori informazioni i candidati possono rivolgersi alla segreteria della Fondazione Museo Pino Pascali ai seguenti recapiti:

e-mail: segreteria@museopinopascali.it

numero di telefono: 080.4249534.

Si darà seguito alle richieste motivate via e-mail di chiarimenti con riferimento al presente avviso solo se inviate con chiara identificazione del mittente.

Il presente avviso è pubblicato, unitamente ai suoi allegati, sul sito istituzionale della Fondazione Museo Pino Pascali (http://www.museopinopascali.it).

 

Ai sensi e per gli effetti dell’art. 6 della legge n. 241/90 e s.m.i., il responsabile del procedimento è la Direttrice artistica, Rosalba Branà.

 

Polignano a Mare, 04/05/2018

La Direttrice artistica

Rosalba Branà

SCARICA LA DOMANDA

SCARICA LA SHORTLIST